Corbeddu

TENCINEMA
Il Cinema al Centro
IV Appuntamento
Corbeddu
Di Luis Van Gasteren
Il Cinema di Luis Van Gasteren in Sardegna
Giovedì, 18 aprile ore 20.30
Ingresso Gratuito
Proseguono le proiezioni di TENCinema al TEN Teatro Eliseo Nuoro di Sardegna Teatro con l’appuntamento di giovedì 18 aprile 2019 alle ore 20.30.
Una serata in collaborazione con la Società Umanitaria Cineteca Sarda che, circa un anno fa, ha restaurato l’opera del grande regista olandese scomparso nel 2016.
Corbeddu, di Luis Van Gasteren (Olanda, 1975) verrà proiettato per la prima volta in città dopo le cure del centro di restauro cagliaritano e, attorno a questo evento, si è sviluppata una fitta rete di collaborazioni e interventi che daranno vita a una vera e propria serata di celebrazioni in ricordo di un grande amico della Sardegna.
Van Gasteren scelse la nostra isola come meta del suo viaggio di nozze nel 1960, e venne folgorato dalla potenza evocatrice di una terra arcaica. Era già un regista di fama e decise di raccontare questo remoto angolo di Europa attraverso la sua arte. Ne nacque una trilogia di documentari che vennero mandati in onda in Olanda, Francia e Germania, contribuendo, come amava ricordare lo stesso regista, a far conoscere gli europei agli europei nella loro straordinaria e ricchissima diversità.
Corbeddu è sicuramente la perla più preziosa di questo suo grande racconto visivo, che è anche un grande racconto umano di incontri, di cui ancora si serba ricordo nel nostro territorio.



Corbeddu, di Luis Van Gasteren (Olanda, 1975) – 58’
Tutto ruota attorno alla cavità naturale vicino ad Oliena, in cui si nascondeva, alla fine dell’Ottocento, il bandito Corbeddu, una sorta di Robin Hood sardo, il quale, secondo le testimonianze, tra reticenza e mito, raccolte da Van Gasteren, rubava ai ricchi per dare ai poveri. Di Corbeddu rimane un ritratto, alcuni parenti alla lontana, i quali hanno deciso di rendere più agevole la vecchia casa dove si svolsero avventure e fughe ancora da raccontare. In quella stessa grotta, che ha preso il nome dal famoso fuorilegge, nel film di Van Gasteren, una palentologa americana e un suo collega belga raccolgono le ossa di un fossile prezioso: il prolagus sardus, antenato del coniglio isolano, arrivato in Sardegna forse dall’Africa e prezioso cibo per i nostri antenati. Tutta la Storia viene sintetizzata in quella grotta, dove il gruppo di speleologi nuoresi che aiuta gli studiosi, può anche provarne l’acustica perfetta suonando un flauto traverso. Van Gasteren, però, con “Corbeddu” si fa profeta, quasi di tipo pasoliniano. Mentre intervista gli abitanti di Oliena e di Ottana, mostra, appena alle spalle dei piccoli paesi ancora assediati dalla miseria che comunque conservano le tradizioni con dignità e fierezza, la nascita del polo industriale il quale, se da una parte fallirà miseramente le ambizioni di trasformazione economica di successo, muterà per sempre la realtà isolana.
[Elisabetta Randaccio]
A introdurre la figura di Van Gasteren, sarà, a inizio serata, la preziosa intervista realizzata dal regista Antonio Sanna nel 2009 – ultimo viaggio dell’olandese nella nostra in cui il regista si chiede quanto sia veramente migliorata la situazione sociale e economica dei sardi, considerando come quei cambiamenti li avesse visti sorgere senza alcuna mediazione culturale.
Omaggio a Luis Van Gasteren di Antonio Sanna (Italia, 2017) – 14’
Invitato dalla famiglia Atzeni, il 30 maggio del 2009, il regista olandese Louis van Gasteren, ritorna in Sardegna, a Mamojada, per la presentazione di un libro su Costantino Atzeni, uno dei protagonisti del film "Salude e Libertade", da lui realizzato nel 1976. Il giorno successivo accompagnato dalla moglie, dal giornalista Antonio Bassu e dal regista nuorese Antoni Sanna, incaricato di documentare l'evento, si reca ad Oliena per visitare Antonio Congiu, suo prezioso collaboratore durante la realizzazione del film "Corbeddu". L'omaggio al grande regista olandese è stato realizzato nel 2017 in occasione della presentazione de "La Trilogia della Sardegna" organizzata dalla Società Umanitaria Cineteca Sarda a Cagliari, Sassari e Oliena. Alle proiezioni dei film che compongono la trilogia, prese parte anche la moglie di Louis van Gasteren, Joke Meerman.
La testimonianza diretta di Giovanna Van Gasteren Meerman, moglie e collaboratrice del regista olandese, eccezionalmente presente in sala, permetterà al pubblico di immergersi nel racconto di in un making of dell’opera - guidato dal direttore della Cineteca Sarda Antonello Zanda - che fu epocale anche perché per la prima volta si girava a colori all’interno di una grotta con strumentazioni d’avanguardia che richiedevano un grande sforzo tecnico e strutturale.

Il Gruppo Grotte Nuorese, che supportò Van Gasteren nell’accesso al sito, presenterà il numero monografico della rivista Gruttas e Nurras dedicata alla grotta Corbeddu e al Prolagus; il Direttore Giancarlo Carta ne illustrerà i contenuti. In questa pubblicazione si è cercato di ricostruire una vicenda ricca di scoperte archeologiche e paleontologiche che ha avuto inizio negli anni Sessanta e che hanno fatto diventare la grotta Corbeddu uno dei più importanti siti archeologici e paleontologici del Mediterraneo.



Non ultimo, in occasione della proiezione del film Corbeddu di Louis Van Gasteren, dalla collaborazione tra TEN, il Gruppo Grotte Nuorese, INOKE, AILUN – Make in Nuoro, saranno presentati i primi risultati del Progetto Prolagus VR3D, con la possibilità di visitare la Grotta Corbeddu attraverso la ricostruzione in realtà virtuale che è stata fatta dal gruppo di ricerca nei mesi scorsi.
Dalle ore 19.00, nel foyer del TEN, sarà possibile provare l’esperienza di entrare in Grotta con l’uso dei Visori 3D e giocare virtualmente con il modellino di Prolagus riprodotto dalla scansione 3D dell’originale conservato presso il Museo Archeologico di Nuoro.
Il progetto di ricerca vuole approfondire l’uso delle nuove tecnologie di rilevazione fotogrammetrica in ambiente speleologico e la percezione del pubblico rispetto a nuove modalità di fruizione. Un nuovo modo di “esplorare” l’ambiente, preservando l’originale dalla pressione antropica dei visitatori reali, superare le paure della grotta o le barriere fisiche.
Una serata ricchissima, in pieno stile TENCinema, resa possibile anche dal prezioso sostegno di Rosas 1945, Casa Rosas e Recarlo che hanno creduto nella validità di un progetto articolato e complesoo che punta a riportare il cinema al centro della città.
Programma della serata
19:00 – Foyer del TEN – Viaggio dentro la Grotta Corbeddu con Visori 3D alla ricerca del Prolagus
20:30 – Platea del TEN - Serata Corbeddu
  • Proiezione del Cortometraggio Omaggio a Van Gasteren con introduzione di Antonio Sanna

  • Presentazione del numero monografico della rivista Gruttas e Nurras su Grotta Corbeddu a cura di Giancarlo Carta

  • Incontro con Giovanna Joke Van Gasteren Meerman a cura di Antonello Zanda

  • Proiezione del film Corbeddu di Luis Van Gasteren

Info TENCinema
www.sardegnateatro.it | Teatro Eliseo Nuoro (TEN)
Biglietteria | Via Roma 73, Nuoro | Tel 0784 30432 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La biglietteria è disponibile dal mercoledì al venerdì dalle 17 alle 20 nei giorni di spettacolo due ore prima della replica sino a fine spettacolo
 
Prossimi Appuntamenti
PROGRAMMA
 
Mercoledì 24 aprile – ore 20.30
La diseducazione di Cameron Post di Desiree Akhavan
Vincitore del Sundance Festival 2018
Cameron Post è una studentessa con un segreto: la cotta per l'amica Coley. Da quando i genitori della ragazza sono morti, è cresciuta con la zia Ruth, assidua lettrice della Bibbia, convinta che l'omosessualità sia una malattia. Quando Cameron viene scoperta a fare sesso con Coley, zia Ruth la spedisce al God's Promise, un centro religioso di "diseducazione" all'omosessualità.
 
Ingresso a pagamento – Proiezione Digital Cinema Package
 
Sabato 4 maggio – ore 20:30
L’uomo con la lanterna di Francesca Lixi
Introduce Nevina Satta CEO Fondazione Sardegna Film Commission
La regista Francesca Lixi incontra il pubblico
A metà degli anni '20 Mario Garau viene trasferito in Cina. I suoi ricordi vengono animati dalla regista per riportare alla luce le avventure dello zio, mitico e sfuggente. Una riflessione sull'uso del cinema in relazione alla memoria, attraverso la levità e il gioco, per la comprensione di un momento, un ricordo, un lascito.
 
Ingresso a pagamento – Proiezione Digital Cinema Package
In collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission
 
Lunedì 6 maggio– ore 20:30 | Martedì 7 maggio – ore 10 [Speciale matinée: sarà presente il regista Paolo Virzì e Nevina Satta]
La proiezione è inserita nel circuìto David di Donatello
La pazza gioia di Paolo Virzì
 
Beatrice Morandini Valdirana è mitomane. Donatella Morelli è una madre fragile a cui vien tolto il figlio. Pazienti dell’istituto terapeuticoVilla Biondi, seguono una terapia di recupero. Qui si incontrano e fanno amicizia e un giorno, approfittando di una falla nell'organizzazione, decidono di prendersi una vacanza e di darsi alla pazza gioia.
 
Ingresso gratuito – Proiezione Digital Cinema Package
In collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission
 
MOSTRA nella TENGallery – Fino al 12 maggio 2019
IL CINEMA IMMOBILE
Manifesti del cinema popolare dagli anni sessanta agli anni ottanta
Selezione a cura di Sergio Naitza, dalla sua collezione privata
C'era una volta il manifesto cinematografico. Era un altro schermo, un cinema immobile che faceva viaggiare la fantasia, una promessa di seduzione. Sergio Naitza
 
In collaborazione con il Consorzio Pubblica Lettura Biblioteca Sebastiano Satta Nuoro - Settore Attività Culturali. Orari: dal 14 marzo al 12 maggio, dal mercoledì al venerdì dalle 17 alle 20, sempre prima degli spettacoli
 
TEN Teatro Eliseo Nuoro | Sardegna Teatro
Marco Moledda
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Joomla templates by a4joomla