Chi Siamo

 

chi siamoL'ambito nel quale opera il Gruppo Grotte Nuorese, presente nel contesto scientifico - culturale barbaricino da più di cinquanta anni, è quello dell'esplorazione, dello studio e della valorizzazione dei fenomeni geomorfologici, delle testimonianze archeologiche e dei ritrovamenti paleontologici riscontrabili negli ambienti carsici sia epigei e sia ipogei, e della divulgazione delle ricerche portate a compimento nel bollettino del sodalizio, "Gruttas e Nurras", e in tutti quei mezzi d'informazione che, di volta in volta, sono coinvolti nell'opera di comunicazione.

Il nucleo primigenio dell'associazione nasce nel 1938 con il nome di Picave, dalle iniziali dei tre uomini che la costituirono, Bruno Piredda, Giuseppe Cadoni e Federico Ventura. Dopo gli anni della seconda guerra mondiale il Gruppo Grotte Nuorese si costituisce in associazione speleologica giuridicamente riconosciuta e dotata di un proprio statuto, sancito da un regolare atto notarile. Da quel momento in poi il sodalizio inizia una fervida attività di ricerca sul campo, imbastendo una serie di contatti con il mondo scientifico internazionale al fine di dare la più compiuta efficacia alle scoperte in campo naturalistico, geologico ed archeologico che s'andavano a compiere nel corso degli anni. Tra questi contatti è rilevante ricordare le collaborazioni con paleontologi di fama internazionale, quali l'americana Mary Dawson, che per prima contribuì alla ricostruzione dell'apparato scheletrico del Prolagus Sardus, l'olandese De Bruijn, il prof. Franco Germanà e l'archeologa Ferrarese Ceruti, che condussero gli studi scientifici sulla misteriosa sepoltura neolitica della grotta "Sisaia", nella valle di Lanaittu.